di
Luca Fornaciari

[CINEMA] Il tredicesimo piano - Recensione

Avendo sempre trascurato questo titolo, soltanto ieri ho avuto modo di guardarlo: Il Tredicesimo Piano. Uscito nel 1999 e diretto da Josef Rusnak, il film è incentrato sulla realtà virtuale e all'epoca dell'uscita ha dovuto vedersela con un bel colosso presentato nello stesso periodo: Matrix dei fratelli Wachowski. Non eguagliandone certamente la grandezza, Il Tredicesimo Piano offre ad ogni modo un discreto spettacolo: noioso in alcuni passaggi, ma ricco di colpi di scena.

Sinossi (se avete intenzione di vedere il film, non leggete ciò che segue)
Un team di programmatori lavorano ad una realtà virtuale ricostruita ad immagine e somiglianza dell'America degli anni '30: l'omicidio del capo del progetto informatico spinge un collega a seguire delle indagini che lo porteranno a scoprire che il suo stesso mondo è il risultato di una realtà virtuale e di essere quindi soltanto all'interno di una simulazione, la quale ha progettato e realizzato una simulazione a sua volta.

La trama di rivela un po' alla volta e questo rende il film interessante e appassionante; nota di merito anche per il finale che contiene il desiderio dello spettatore: vedere il vero mondo reale. Una produzione mediocre, non indispensabile ma di buon gusto.
Voto: 6,5

2 comments:

GIAN said...

Ciao Luca...se per caso sei ancora vivo ti lascio questo commento.
Coincidenza da paura che segna quanto siamo persi nelle profondità della tana del bianconiglio: l'ho visto anch'io... l'eltro ieri, con Fra. Fa un po' strano quanto sia simile a Matrix, anche come data di uscita, pur se di qualità e confezione molto inferiore. Cmq condivido tutto... Gian

Forna said...

SONO ANCORA VIVOOOOOOOOOO